chi siamo

valli 7

le terrazze degli ulivi

Nuvilla, Nerussi, San Ferian, sono le terrazze degli ulivi che coltiviamo.

C’è l’orto, le piante da fiore e gli animali ma l’ulivo è una presenza che ti accompagna in ogni podere.

Ti occupi della pianta tutto l’anno, e il suo colore ti accompagna da quando fiorisce – in una nuvola bianca che copre la colline con le panne – a quando inizia a dare il frutto piegando i rami sotto il suo peso, che comincia a fare freddo.

Raccogliamo il frutto e lo selezioniamo per cavarne fuori l’olio, la crema d’olive e le olive in salamoia.

 

Colline di pietra

Ne ‘L’angelo di Avrigue’ Francesco Biamonti parla delle nostre terrazze, da noi spesso così ripide, che il manto di pietra sulla sommità del muro si interrompe liberando solo qualche palmo di terra viva, e riparte sulla base del muro che sostiene la terrazza superiore (‘fascia survana’).

L’ampiezza della gamma di colori e profumi, che vivono nell’ombra fresca del mattino e nel sole torrido del pomeriggio, nel muschio umido e nella ginestra secca di sole, è la medesima che ogni anno troviamo nell’olio. La forza di quei sapori dà vita a un olio ricco di gusto eppure equilibrato, all’interno del quale i forti contrasti sembrano trovare un originale, unico, equilibrio.

La Taggiasca

Le origini del cultivar

 

Sono passati più di 1300 anni da quando i benedettini la impiantarono nel territorio ligure – ai confini con la Francia – mutuandone il nome da Taggia, capoluogo dal quale si diffuse la sua coltivazione. Il frutto della Taggiasca è molto piccolo: oltre l’80% del suo peso è dato dall’osso, solo il 20% di polpa. Le vallate che ospitano questo cultivar sono spesso anguste e costeggiate da pendii scoscesi. 

Le sue qualità

 

Come mai un così alto numero di estimatori dunque? La ragione sta nel suo carattere e nelle sue doti organolettiche. I prodotti per la cucina a base di oliva Taggiasca hanno un gusto delicato. Un carattere schietto che sa accompagnare le pietanze più differenti. Grande equilibrio nei tre sapori dell’olio, amaro, fruttato e piccante, ne permettono l’utilizzo anche agli intestini più delicati.

 

Extravergine  

da prima spremitura a freddo

Salamoia  e Crema d’olive 

da monocultivar taggiasca

Idee Regalo 

Vi interessano i nostri prodotti?

Scriveteci o venite a trovarci … Siete i benvenuti!